home Kennedy Club

Notizie contrastanti sui primi colori sociali del Cosenza Calcio 

Federico Bria, nel suo “Vita da lupi” (edito in agosto 1986), scrive che:”la sera dell’11 novembre 1912,…, si gettano le basi della Società Sportiva Fortitudo,…, con presidente Arnaldo de Filippis. I colori sociali sono il bianco ed il nero. La prima partita ufficiale di cui si ha notizia, si svolge il 23 febbraio 1914 nella piazza d’armi di campo riforma. SS Fortitudo – FBC Catanzaro -1-1”. “L’ing. Maspoli, nel 1926, fonda la prima società esclusivamente calcistica della città, il Cosenza Football club,  cui colori sociali sono il rosso ed il blù, in onore ai colori del Genoa 1893. Da questa squadra deriva l’attuale Cosenza 1914, la cui data di fondazione vera e propria non è, quindi, il 1914, ma, più propriamente il 1926".“Nel frattempo prende piede una ipotesi di fusione tra il Cosenza football club e la Fortitudo: un buco nell’acqua”. Con il passare degli anni la Fortitudo entra gradualmente nel dimenticatoio". "Il 6 febbraio 1928, su precisa direttiva dell’ente sportivo fascista, si costituisce a Cosenza il dopolavoro ferroviario. Ciò fa segnare la scomparsa del Cosenza Fotball club. I colori sociali diventeranno azzurri". “Nel 1929 le forze sportive consentine, che mal sopportano la sottomissione politica del dopolavoro, fondano il Cosenza Sport club.... Le sfide giocate in questi anni non bastano più agli appassionati calciatori casentini. Ci vuole un campionato vero e proprio, con tanto di punti e classifica. Nel primo campionato della sua storia (1929-30 II^ divisione) il Cosenza Sport club arriva 7° su 10 squadre e viene ammesso nell’anno successivo al campionato di I^ divisione". 

Vincenzo d’Atri, nel suo “Storia in rossoblu” (edito nel 1987), scrive che: “la stagione 1912-13 è quella destinata a segnare una grande novità: accanto ad un girone settentrionale di diciotto squadre viene istituito un altro girone centromeridionale che allinea dodici formazioni. Il merito dell’allestimento di una formazione regolare è della società Fortitudo. I colori sociali sono verdi: un colore presente ancora oggi nello stemma del Comune.  Il verde è espressione della Sila….. In attesa del nuovo terreno do gioco la società silana, che intanto ha perduto la denominazione di Fortitudo dopo la decisione della dirigenza di seguire prevalentemente l’attività ginnica, assumendo quella di Cosenza Sport club, trova modo di partecipare al campionato di II^ divisione.

Wikipedia - Le origini del Cosenza Calcio risalgono agli inizi del XX secolo ma le prime notizie più o meno ufficiali relative all'attività calcistica della squadra cosentina risalgono al lontan0 1914, anno in cui attestano dei documenti che risulta con certezza che la squadra silana cominciò a calcare i campi di calcio sotto il nome di Società Sportiva Fortitudo. La divisa all'epoca era verde-azzurro, per richiamare i colori dei boschi della Sila e dello stemma municipale.
Da li a qualche anno, il nome del sodalizio calabrese cominciò a subire una serie di trasformazioni diventando dapprima Dopolavoro FFSS Cosenza e quindi, intorno agli anni venti Calcio Cosenza. Fu in questo periodo che i colori sociali si mutarono in rossoblu,ed esattamente nel 1927,a quanto pare in onore del Genoa, la prima squadra calcistica italiana e vincitrice del titolo italiano di quell'anno.
L'attività della formazione cosentina era allora limitata alle sole partite amichevoli ed a qualche torneo regionale: infatti,il primo incontro documentato del Cosenza è proprio un Cosenza-Catanzaro 1-1,disputatosi sul polveroso terreno di piazza delle armi,sito nel cuore della città bruzia. Nel 1930 la ragione sociale cambiò ancora in Cosenza Sport Club. Fu sotto quel nome che la squadra cominciò a disputare i primi veri campionati.

Una formazione della Fortitudo con maglia, presumibilmente, verde. Si distinguono l'allenatore Misasi, Retech, Brunelli, Sconza, Cavalcanti, De Cicco, Vietri, Solbaro, Nalli, Pietramala, Naccarato, Gentile, Mancuso.

28 ottobre 1931, si inaugura il campo Città di Cosenza di Via Roma, con l'amichevole Cosenza - Napoli 2-1, il Cosenza è in maglia scura, presumibilmente blu con pantaloncini rossi.

Campionato 1941-42 - Cosenza - VV.FF Palermo 3 - 0, la maglia è, presumibilmente, di colore bianco-nero.

Le foto sono tratte dal libro di Vincenzo d'Atri.